Fucine Letterarie, lunedì 10 settembre alle 18.30, presso la Libreria Gilgamesh di Miriam Putignano, sita in via Oberdan n.45 a Taranto, presenta “Ho bevuto la casa di un pesce” (LietoColle Libri), l’ultima opera pubblicata dal poeta Gian Luca Misturini.

L’opera del poeta si presenta a metà strada tra la raccolta di aforismi e la sintesi sul dettaglio del reale. Dotato come pochi di una capacità di empirizzazione e cosalizzazione, Misturini, poeta volutamente incolto, è il più lombardo dei poeti lombardi.

L’azione letteraria sarà condotta da Michelangelo Zizzi.

L’autore

Gian Luca Misturini nasce a Parma nel 1960 dove segue studi commerciali e studia come imprenditore.

All’età di 30 anni, dopo aver incontrato un Maestro della tradizione buddhista Zen, frequenta il suo Tempio per un decennio durante il quale affiora l’amore per la meditazione nel gesto quotidiano ed una rinnovata impostazione interiore.

Successivamente, si trasferisce in Puglia seguendo un incomprensibile moto dell’animo che troverà espressione nella materia poetica, ispirata in un giorno d’estate durante un bagno in mare. Un vero e proprio battesimo a nuova vita.

Prosegue il suo cammino di studio dell’Essere focalizzandosi sulla liberazione dai condizionamenti e dai conflitti e cercando una via di contatto col Sé. La poesia è parte integrante di questa ricerca oltre ad esserne un gradevole frutto.

Ha pubblicato con La Vallisa la raccolta di poesie Altrove da me (2011) e con LietoColle Anche a me dispiacque di essere io (2011) e Ho bevuto la casa di un pesce (2012).

Ufficio Stampa

Enrica Fallone

tel. +39 3496712549

e-mail: fucineletterarie@gmail.com

Sito Internet: www.fucineletterarie.it