MADRE

Quando eri ancora adulta

Prima di rimpicciolire

Ti lasciavo sola volentieri,

Dovevi espanderti e io non mi vedevo

Nei tuoi spazi.

Poi per davvero ebbi l’occasione

Di fare attenzione alle tue forme,

Al loro chiudersi, e i tuoi spazi

Presi a difendere, meno li occupavi

Più li presidiavo. Finché non mi è restato

Che un batuffolo con voce da proteggere

In una ipotesi di spazio.